Il Simbolo Xantia

Un percorso di saggezza angelica

Durante la stesura de “Gli Angeli della Trasparenza”, in una canalizzazione, gli angeli bambini mi hanno mostrato un disegno. Si trattava di una specie di mandala, composto da 5 quadrati disposti in un ordine ben preciso. Il messaggio che accompagnava il disegno mi fu da subito ben chiaro: questo simbolo avrebbe avuto il compito di portare luce e pace nella vita di chi fosse stato pronto ad accoglierlo. Una volta che gli Angeli mi ebbero spiegato l’utilizzo di questo percorso, ne rimasi immediatamente affascinato: ogni passo ne è seguito da un altro, conducendo l’essere umano verso il proprio bene e verso la popria evoluzione. Molte sono le persone che a oggi ne hanno assimilato il valore: a loro volta utilizzano l’energia ricevuta da questo simbolo per effettuare auto trattamenti o trattamenti agli altri, espandendo a gran velocità quest’energia di luce. [] Vi invito ad osservare questo disegno qualche attimo… riuscite a percepire il suo potere? Il simbolo Xantia è formato da 5 quadrati, di cui uno centrale. Ogni quadrato rappresenta una parte dell’essere umano, di cui è simbolo e rappresentazione. Nel quadrato centrale si colloca l’Io, nel quadrato in alto a sinistra il corpo, nel quadrato in alto a destra la mente. Procedendo troviamo quindi in basso a sinistra lo spirito e, nel quadrato in basso a destra, l’anima. ***Operare grazie al quadrato XANTIA IO, vuol dire lavorare e accogliere dentro di sé l’energia dell’Arcangelo Raffaele. Questa energia amorevole ci aiuterà nella scoperta del nostro bambino interiore, nascosto nelle pieghe più profonde del nostro cuore. È la parte di noi dove risiedono i maggiori traumi e i desideri sacrificati e inascoltati. Guarire una parte così importante della propria interiorità è un processo indispensabile per la nostra evoluzione. Il quadrato XANTIA IO ha un forte valore di auto guarigione. ***Il passaggio successivo, dedicato al lavoro sul quadrato XANTIA CORPO, aiuta a disintossicare il fisico dalle tossine e dall’inquinamento. Solo se avremo lavorato sull’Io potremo allora lavorare sulla nostra dimensione fisica. XANTIA CORPO aiuta e stimola i processi di risanamento, portando alla guarigione fisica. L’Arcangelo deputato a questa energia è Sandalphon, il cui compito è mantenere in primis il funzionamento del 1° chakra: se questo chakra si ferma, tutti gli altri andranno in blocco. *** Il quandrato XANTIA MENTE è presieduto dall’Arcangelo Metatron, la cui sede fisica può essere rintracciata nel 6° chakra. Lavorare sulla propria mente e renderla sana, rilassata e senza paura, vuol dire darsi la possibilità di registrare a fondo il vero bene dell’essere. Per lavorare con questo simbolo chiameremo a noi l’energia dell’Arcangelo Michele che, tagliando ogni cordone che ancora ci tiene legati a fatti o persone per noi non positive, ci permetterà di troncare con i giudizi e i pregiudizi. ***XANTIA SPIRITO rappresenta la nostra essenza, l’intenzione. In questa parte del nostro Sé risiede ciò che vogliamo creare. Attivare questo canale dentro di noi vuol dire lavorare con il supporto della super coscienza. L’Arcangelo che protegge questo importante passaggio è Shamuel e figurativamente, l’attivazione che operiamo in noi stessi sarà situata nel 7° chakra. ***L’ultimo quadrato, XANTIA ANIMA, rappresenta il contatto con il divino e la connessione con le energie del cielo. Non vi è alcuna corrispondenza con una parte fisica di noi, perché questo principio o energia può essere immaginata come una fiammella di amore divino, che arde nel nostro cuore. L’Arcangelo di riferimento è Gabriele, messaggero di Dio: il suo compito, in questo ultimo passo, è di metterci in contatto con la nostra parte divina. I simboli vanno attivati nell’ordine preciso in cui sono stati descritti, poiché senza la soluzione degli aspetti precedenti è impossibile attivare i successivi. E’ possibile utilizzare queste nuove energie per effettuare auto trattamenti e trattamenti anche agli altri, che potranno attivare i chakra angelici.

X