Cos’è il Reiki?

reiki

Se vi state chiedendo cosa sia Il Reiki, siete nel posto giusto, vi dirò esattamente cos’è il Reiki, senza tanti giri di parole. Il Reiki è una semplice tecnica di imposizione delle mani sul corpo per ridurre lo stress, procurare il rilassamento e ritrovare il benessere. Si pratica ponendo le mani in particolari punti del corpo, senza massaggiare. Permette all’energia di attraversare il corpo del paziente attraverso le mani dell’operatore, che canalizza un’energia pura e purificatrice da una forza superiore e universale.

Cosa vuol dire Reiki?

Reiki significa appunto, energia (Ki) universale (Rei). Il nome unisce i due termini giapponesi e richiama i concetti tipici della medicina e filosofa orientali, secondo la quale esiste un’energia che scorre ovunque nel cosmo e negli esseri viventi; il suo flusso equilibrato e libero è la base della salute.

A Cosa Serve il Reiki?

Appoggiare le mani sul corpo per lenire dolori, confortare e rilassare è la più antica e istintiva pratica di salute. Se un figlio si fa male o ci procuriamo un dolore, la prima cosa che facciamo è mettere le mani sulla parte dolente. Il tocco umano procura calore e comunica sentimenti di tenerezza e amore.

Ecco cos’è il Reiki

Il Reiki è uno dei doni più belli che si possono ricevere e condividere con altri. Reiki è amore universale, compassione, armonia ed equilibrio; ciò conduce ad un senso di ritrovata integrità, sentiero di gioia e felicità. Sebbene il Reiki sia nato in Oriente (fu fondato dal giapponese Mikao Usui, 1865-1926), oggi è molto utilizzato anche in Occidente, spesso come tecnica di medicina complementare. Lo studiano e impiegano centri medici e ospedali, soprattutto in Giappone, Usa e Gran Bretagna e, finalmente, anche in Italia.

Il Reiki è anche una via di ricerca spirituale ma, non richiedendo l’adesione ad un credo, non può essere considerato una religione. Per diventare praticanti e maestri bisogna ricevere delle iniziazioni, chiamate anche “attivazioni”, seguire uno stile di vita integro e dedicarsi con umiltà alla salute degli altri. È una buona pratica per gli allievi praticare il Reiki. Si incomincia a fare il Reiki prima al corpo mentale, per poi procedere a quello fisico. È bene fare il Reiki a se stessi, a ciò che si mangia, all’acqua che si beve, agli animali domestici, alle piante di casa, alla stanza in cui si dorme e alla propria casa. Si sarà felicemente sorpresi dalla vibrante energia dalla quale si sarà circondati.

L’applicazione del Reiki avviene toccando i punti d’energia (chakra, dal sanscrito “ruote d’energia”) per liberarli da energie che ristagnano e danneggiano l’organismo. Si possono toccare anche altre parti del corpo, tuttavia il trattamento può avvenire, anche senza contatto fisico, attraverso una trasmissione d’energia a distanza. L’energia Reiki che il terapista immette nel paziente è un’energia purificatrice che rimuove tutta quell’energia di cui il corpo non ha più bisogno e ripristina l’equilibrio naturale dell’organismo. Il Reiki è rilassante, aiuta con lo stress e da altri malesseri prodotti dalla vita moderna.

I principi del Reiki
Solo per oggi non ti preoccupare
Solo per oggi non ti arrabbiare
Rispetta i genitori, i maestri e gli anziani
Lavora e guadagna onestamente
Mostra gratitudine verso tutti gli esseri viventi

X